ABOUT

Non riesco a scrivere di me, troppo autocritica per farlo. Per questo motivo ho scelto un articolo scritto dalla bravissima Nicoletta Princigalli sul suo blog “Inthefamilyway.it”. Le sue parole sono meravigliose ed io ne approfitto

Un posto incantato

C’è un posto meraviglioso a pochi passi da casa mia. Un piccolo polmone cittadino, una macchia verde silenziosa ed accogliente che non ci si aspetta di trovare semplicemente svoltando l’angolo. Una stradina sterrata si inoltra tra gli alberi e, come in una fiaba, ti si staglia davanti agli occhi il bianco luccicante di una inaspettata abitazione. Come Alice nel paese delle meraviglie ho, qualche tempo fa, varcato la soglia di un portoncino e mi sono ritrovata in un’altra dimensione. Una luce bianca intensa e avvolgente ha mostrato ai miei occhi un luogo in cui le emozioni prendono forma attraverso le immagini. Ho avvertito la sensazione di saltare e giungere in un posto lontano, nordico oserei dire. La calma, la luce, l’abbraccio vibrazionale di luoghi a me profondamente cari, si sono ripresentati lì, in un istante interminabile, in uno scatto. Avrei voluto restare in quel posto ore, seduta a guardarmi intorno, abbracciare le sensazioni, i profumi, ammirare la bellezza fattasi immagine. Il canto dei passerotti ed il raggio di sole filtrante dalla finestra hanno accompagnato i miei pensieri, nell’attesa della piacevole chiacchierata con la mente e il cuore di quell’incanto. Il calore dei materiali, i colori degli scatti, sapientemente collocati sulle pareti, comunicano d’impatto chi è Francesca.

L’artista

Una donna solare, divertente, sicura di sé ed allo stesso tempo dotata di una sensibilità d’animo certamente non diffusa. Mamma di due bellissime ragazze, laureata in lingue e letterature straniere si è avvicinata alla fotografia in età adulta. L’obiettivo è stato lo strumento attraverso cui far fluire le sue emozioni, catturare quelle degli altri e dare spazio alla sua anima creatrice e sognatrice. Ha scelto di dar voce alla sua consapevole maternità, ritraendo l’attesa e l’unione familiare. Francesca si muove sinuosa ed elegante fra le sue muse, mette la donna a proprio agio, ne cattura le vibrazioni, ne libera le emozioni.

Le immagini della maternità.

La donna, fotografata in un momento estremamente intimo e delicato, non avverte mai il disagio, si sente protetta, avvolta, si sente a casa. Lascia che Francesca ritragga il suo corpo, mutato, divenuto scrigno della vita. Che illumini con l’obiettivo il suo volto, già innamorato di quella piccola creatura che, presto, le cambierà la vita. Francesca ascolta, osserva, scatta, ritrae, cattura, libera le emozioni ed i sentimenti di quella donna. Guardare le sue foto significa, quasi, intravedere l’anima di quelle mamme e di quei papà. Sembra di poterle toccare le loro emozioni, di viverle per un attimo. Le sue foto sono il racconto di una storia d’amore, l’amore più vero e più puro di cui un essere umano sia capace. Poi ci sono i bambini. Quei volti meravigliosi, curiosi, buffi, biricchini, dolcissimi che Francesca ritrae con maestria da artista. Loro si affidano a lei senza timore o soggezione, la lasciano avvicinarsi ed interagire, le permettono di cogliere il momento giusto. Si, è questa la grandissima capacità di Francesca : cogliere il momento giusto. Avvertire il battito dei cuori, afferrare l’espressione, catturarla con l’obiettivo, farne un capolavoro.